ITALIE - Milano

PROGRAMMA: 12-18 DICEMBRE 2012

Mercoledì 12 dicembre ore 20,30
Arci Scighera - Via Giuseppe Candiani, 131 - Milano

Presentazione della seconda Global Migrants Action Day
e proiezione dei cortometraggi:

- You not holiday
di Rita Maralla & Alberto Valli
Video inchiesta sulle condizioni dei profughi giunti in Italia dalla Libia dopo le primavere arabe.

- Migrati - Storie Milanesi di quotidiana integrazione
di Barbara Francoli, Lorenzo Scaccini e Giorgio Bellotto – Produzione Medinaterranea


Venerdì 14 dicembre ore 20,30
Arci Corvetto, Via Oglio 21 - Milano

Presentazione del libro di Vincenzo Mattei “Le voci di Piazza Tahrir”

Diario di una rivoluzione in Egitto raccontata attraverso i suoi protagonisti, giovani, scrittori, artisti, testimoni.
A seguire dibattito con l'autore del libro e attivisti egiziani delle associazioni Giovani che amano l'Egitto di Reggio Emilia e Arci Todo Cambia di Milano.


Domenica 16 dicembre, ore 20,30
Arci Biko - Via Ettore Ponti, 40 – Milano

Proiezione del documentario “Gli Harraga di Annaba”
di Lemnaouar Ahmine

"Harraga", in arabo, è colui che brucia le frontiere ed è il termine con il quale si denomina i migranti.
A seguire dibattito con Ahmine Lemnaouar (regista), Moez Chemkhi (attivista tunisino dell'associazione Africa Insieme di Pisa) e il collettivo femminista Le venticinqueundici.
Collegamento skype con esponenti dell'associazionismo algerino.

Lunedì 17 dicembre, ore 20,30
Arci Metissage - Via Borsieri 2 - Milano (entrata da Via De Castilla di fronte al n° 8)

Proiezione del documentario inedito in Italia "María en Tierra de Nadie" (90’)

La regista salvadoregna Marcela Zamora Chamorro, tre fotografi dell'organizzazione catalana Ruido Photo ed un cronista del quotidiano digitale salvadoregno El Faro hanno percorso "la Ruta del migrante", documentando il viaggio costellato di insidie e violenze dal profondo sud del Messico fino a nord verso gli Stati Uniti di uomini e donne "indocumentados" originari del Centro America.

A seguire dibattito con Eduard Ponces (direttore della fotografia), Cynthia Rodriguez (Libera Internazionale - Responsabile Comunicazione Campagna "Pace per il Messico_Mexico por la Paz”), Valentina Valfrè (Soleterre -Responsabile Programma Diritti), un attivista salvadoregno della Comunità Salvadoregna Monsignor Romero di Milano.

Al termine Dj Set con "Latinos en Europa".


Martedì 18 dicembre, ore 20,30
Arci Ohibo - via Benaco 1 - Milano

Giornata d'azione globale per i diritti dei migranti, rifugiati ed sfollati

Proiezione del Documentario “La Trappola”
di Lemnaouar Ahmine

Dal maggio al novembre 2009 trenta rifugiati politici si sono accampati in una piazza del centro di Milano sfidando la pioggia, il freddo e svariate cariche della polizia.

A seguire dibattito con rappresentanti del Comune di Milano, Tavolo Asilo Lombardia, esponenti dell'associazionismo e i profughi del programma Emergenza Nordafrica (ENA).

A seguire Dj set con Dj Aly Shaful


Film, cortometraggi ma anche appuntamenti culturali con presentazioni di libri e dibattiti verso la giornata del 18 dicembre, giornata di azione globale dedicata ai diritti dei migranti, dei rifugiati e degli sfollati. Obiettivo, in una Milano sempre più globalizzata, è quello di porre l’attenzione sul tema della migrazione e dell’accesso ai diritti sociali per i nuovi cittadini.

In occasione della seconda edizione della Global Migrants Action Day del 18 dicembre, cinque associazioni milanesi hanno unito le forze organizzando una serie di incontri culturali per avvicinare la cittadinanza alla tematica della migrazione e dei diritti spesso violati delle donne e degli uomini che ogni giorno rischiano la vita alla ricerca di una vita più dignitosa.

Come sottolinea il manifesto della Giornata Mondiale per i Diritti dei Migranti “Migrare è una scelta per la vita: per sfuggire alla miseria o alla guerra, per costruire un futuro per sé e per i propri famigliari. Tuttavia, purtroppo, attraversare le frontiere, terrestri o marittime, vuol dire spesso vivere situazioni pericolose e rischiare la vita. Le rotte migratorie nel mondo sono punteggiate di fosse comuni e di tombe. Sono anche luoghi in cui migliaia di persone scompaiono nel nulla ogni anno, lasciando i loro famigliari nell’angoscia dell’incertezza”.

I temi sono dunque quelli delle frontiere: sia quelle da attraversare come confini terrestri o marittimi sia quelle che separano un incontro fra culture ed esperienze di vita.
Ogni storia proposta e raccontata in FilmaMi vuole invece abbatterle, sia con storie di vita quotidiana, di incontro e confronto, sia con esempi di lotta e di coraggio, di primavere che sono sbocciate e che hanno lasciato i propri figli e frutti in diversi luoghi e in pagine ancora da raccontare e spiegare.

Le proiezioni avranno luogo dal 12 al 18 dicembre in diversi circoli ARCI della città (come da programma qui di seguito). L’ingresso alle proiezioni è gratuito con tessera Arci obbligatoria.