Mozione approvata al Forum Mondiale delle Migrazione (Quito, Ecuador 2010)

18 DICEMBRE 2011: MOBILITAZIONE E SCIOPERO A LIVELLO MONDIALE CONTRO IL RAZZISMO, PER I DIRITTI E LA DIGNITÀ DEI MIGRANTI, DEI RIFUGIATI E DEGLI SFOLLATI!

Mozione votata per acclamazione dall’assemblea dei movimenti
del IV Forum Mondiale delle migrazioni – Quito - Ecuador 11 ottobre 2010

Per noi, migranti, rifugiati, sfollati di tutti i paesi del mondo, è scaduto il tempo!

È finito il tempo delle visioni ristrette, della paura e delle divisioni egoistiche.

Ora, è venuto il tempo di riprendere il controllo della nostra vita, una vita degna, quella che spetta a ogni essere umano.
È arrivato il momento di affermare non solo una visione globale dei problemi che viviamo, ma soprattutto una visione globale del movimento che rappresentiamo.

Sulla base delle esperienze di mobilitazione transnazionale, come quelle realizzate negli Stati Uniti e in Messico e come la “giornata senza di noi” svoltasi in Europa il primo marzo 2010, consideriamo che è arrivato il momento di pensare alla realizzazione di una giornata di mobilitazione e sciopero a livello mondiale nella quale le azioni e le lotte che quotidianamente conduciamo ai cinque angoli del pianeta diventino una sola.

Una sola lotta che ribadisca il diritto a migrare e non migrare, il diritto di restare e di non essere sfollati forzatamente. Una sola lotta che ci permetta conoscerci e riconoscerci, che rifletta l’identità di tutti quelli che condividono una prospettiva di convivenza e solidarietà tra culture e soggetti diversi, che faccia arrivare un messaggio ai governi nazionali e alle istituzioni internazionali ma anche alla società civile che manifesta paura e diffidenza verso i migranti, i rifugiati, gli sfollati, paura e diffidenza che a volte diventano razzismo e xenofobia.

Per questo, proponiamo che il IV Forum Mondiale delle Migrazioni, lanci e costruisca una giornata di mobilitazione e sciopero per il 18 dicembre 2011, data in cui le Nazioni Unite adottarono la Convenzione per i diritti dei lavoratori migranti e le loro famiglie. Inoltre proponiamo che questa giornata sia fatta propria dal Forum Sociale Mondiale che si svolgerà a Dakar nel 2011.

Questa giornata di sciopero e mobilitazione si articolerà in diverse forme, giacché diverse sono le forme di lotta e le rivendicazioni specifiche che proponiamo a seconda del luogo dove viviamo e lottiamo, ma è imprescindibile riconoscerci come un unico movimento globale.

Sappiamo che la sua realizzazione richiederà uno sforzo immenso. Per questo, facciamo appello, oltre che alle associazioni di migranti e antirazzisti, a tutti i movimenti sociali e a tutte le organizzazioni sindacali, alle organizzazioni della società civile, laiche e religiose, perché siamo coscienti che l’unità è un elemento fondamentale per la sua riuscita.

Crediamo che oggi più che mai è necessario unire le nostre lotte, condividere metodi e strategie, riconoscerci come movimento globale per conquistare ognuna delle nostre rivendicazioni.

Proponiamo che le giornate del 18 dicembre 2010 e del primo maggio 2011 siano tappe intermedie di mobilitazione preparatorie della giornata di mondiale di sciopero e mobilitazione.

Come tappa organizzativa intermedia per la preparazione della giornata mondiale proponiamo che si realizzi un incontro al prossimo Forum Sociale Mondiale a Dakar.

Quito, 11 ottobre 2010

Primi firmatari

* Hamdauchi Abdul – As. Pateras de la Vida (Marruecos)
* Ousmane Diarra – AME (Mali)
* Nonoi Hacbang – Trasnational Migrant Platform EWG-PGA (Holanda)
* Xavier Jeyaraj – Jesuits in social Action (India)
* Hicham Baraka – ABCDS (Marocco)
* ARCI (Italia) – Edda Pando
* Vladimir Paspuel – Asociacion Ruminahui Hispano Ecuatoriana (Espana)
* Manuel Hidalgo – Asociacion de inmigrantes por la integracion latinoamericana y del Caribe (Chile)
* Red Chabakka (Marocco)
* Maria Rodriguez - Coalicion de inmigrantes de la Florida (EEUU)
* Ruben Solis Garcia – Alianza Popular por Justicia Global – Asamblea de movimientos sociales – Union de trabajadores del suroeste (EEUU)
* Oscar Chacon – Nalacc (EEUU)
* Amarela Varela - Tribunal de los pueblos en movimiento (Mexico)
* Elvira Arellano - Tribunal de los pueblos en movimiento (Mexico)
* Jose Antonio Foronda - Tribunal de los pueblos en movimiento (Mexico)
* Lina Cahuasqui – Miredes Internacional
* Camilo Perez Bustillo – Miredes Internacional
* Edwin Sanchez - Tribunal de los pueblos en movimiento (Ecuador)
* Gladys Gould – TIGRA (EEUU)
* Nitra Segui - FIDMI-Nalacc (EEUU)
* Gustavo Vera – La Alameda (Argentina)
* Maria Rosa Marquez – Gob. Distrito Federal (Mexico)
* Guadalupe Chipole Ibanez – Directora de atencion a Migrantes y sus familias (Mexico)
* Asociacion de Familiares de Migrantes Ruminahui “9 de enero” – Ecuador
* Victor Saez Presidente Federacion Estatal de asociaciones de inmigrantes y refugiados en España Ferine
* Marika Siroti – December 18
* Ana Silvia Monzoni Mujeres Abriendo Caminos - Guatemala
* Oscar Vargas, Ronal Vargas, Guillermo Osorio, ONG Teletule, cultura de paz para el desarrollo – Casanare Colombia
* Florencia Mazzadi Clinica de migraciones CELS-UBA
* Eleuterio Martinez Sanchez Asociacion de Migrantes Ernesto Che Guevara (Cuenca-Espana)
* Elisabel Enriquez Mesa Nacional para las Migraciones en Guatemala Menamig
* Edoardo Bazzaco Idheas A.C. (Mexico)
* Comite Permanente por la defensa de los DD.HH. Valle del Conca
* Soleterre Onlus (Italia) Valentina Valfre
* Comunidad Salvadorena en Milan - Italia Conchi Castillo
* Marco Mejia – Movimiento nuevo santuario de EE.UU.
* Comite de Peruanos en el Exterior
* Ana Belen Barrios Enlace, comunicacion y capacitacion Chiapas – Mexico
* Mesa de Coordinacion Transfronteriza, Migraciones y Genero
* Flor Maria Haro Cardenas Centro Familiar de ayuda al migrante “Cefamm” Ecuador
* Carmen Blanco Valer Solidaridad Suecia America Latina (SAL)
* Boston May Day Committe, Massachusetts, EE.UU., Sergio Reyes
* International Commission on Eritrean Refugees (ICER)Washington, DC