18 dicembre 2014: Quarta Giornata d’Azione Globale per i per i Diritti delle e dei Migranti, Rifugiati e Sfollati



Diamo identità e dignità alle migliaia di migranti morti ed scomparsi lungo le rotte migratorie nel mondo!
PERSONE NON NUMERI!

40 mila sono i migranti morti lungo le rotte migratorie terrestri e marittime sin dal 2000. Lo dice l'ultimo rapporto pubblicato dall'OIM. Quasi 22 mila quelli deceduti nel Mar Mediterraneo. E migliaia sono ancora sono quelli scomparsi. I nuovi "desaparecidos".

L'anniversario della tragedia dell'imbarcazione naufragata di fronte all'isola di Lampedusa il 3 ottobre 2013, nella quale persero la vita 368 persone, ha portata nuovamente sulla scena politica mondiale il dramma dei migranti morti ed scomparsi lungo le rotte migratorie.

Ma politici e media stanno facendo diventare le vittime numeri, cifre, statistiche. Queste possono a volte restituirci la dimensione di ciò che accade di fronte ai nostri occhi. Ma i numeri, le cifre, le statistiche tolgono identità alle persone. Li rendono "cose".

Se da vivi ai migranti ci viene negato il diritto ad esistere, il diritto ad avere una propria parola, il diritto ad essere soggetti e non oggetti, da morti o da scomparsi è ancora peggio!

Il diritto all'identità è un diritto inalienabile di ogni essere umano.
È ciò che da dignità alle nostre esistenze.

Per ciò questo 18 dicembre vogliamo ridare identità e dignità alle migliaia di migranti morti ed scomparsi lungo le rotte migratorie del mondo.

Vogliamo farlo perché non dimentichiamo e continueremo ad esigere verità e giustizia affinché si accertino le responsabilità di chi ha causato la loro morte o scomparsa.

Vogliamo farlo per denunciare la guerra in atto contro i migranti da parte degli Stati del Nord del mondo con la complicità dei governi del Sud del mondo.

Vogliamo farlo per far comprendere alle società civili del mondo la dimensione della tragedia in atto.

Ma vogliamo anche farlo per recuperare i sogni e le speranze di chi cercava un futuro migliore.
Perché migrare è un atto coraggioso di chi ama la vita.

Per ciò questo 18 dicembre vogliamo dirlo in tutte le lingue:

NON DIMENTICHIAMO!

Esigiamo VERITÀ E GIUSTIZIA per i migranti morti ed scomparsi lungo le rotte migratorie del pianeta!

Vogliamo un mondo in cui gli esseri umani possano circolare liberamente e scegliere il luogo in cui vivere!

18 dicembre 2014
Quarta Giornata d’Azione Globale
per i Diritti delle e dei Migranti, Rifugiati e Sfollati

Info: info@globalmigrantsaction.org

Scaricare i loghi 2014 qui

Italiano logo
Francese logo
Inglese logo
Spagnolo logo

INFO

info
@globalmigrantsaction.org


Come nasce l’idea della Giornata di Azione Globale

In diverse occasioni, durante le riunioni nei vari Forum Mondiale e in altri eventi, il movimento dei migranti, rifugiati ed sfollati ha potuto costatare il bisogno di realizzare una azione comune a livello mondiale, perché mondiale è il nemico con il quale ci scontriamo quotidianamente. Inoltre questa azione potrebbe rappresentare un momento importante tramite il quale riconoscerci come movimento di lotta a livello mondiale.

Per questa ragione durante il Forum Mondiale delle Migrazioni realizzato a Quito (Ecuador) a ottobre 2010 y durante il Forum Mondiale a Dakar (Senegal) a febbraio 2011 si è discusso e deciso la realizzazione di una giornata di azione globale per i diritti dei migranti, rifugiati ed sfollati il 18 dicembre, data in cui le Nazioni Unite hanno adottato la Convenzione per i diritti dei lavoratori Migranti e le loro famiglie.

Questa giornata vuole anche contribuire a diffondere a livello mondiale la “Carta Mondiale per i diritti dei Migranti” la cui versione definitiva è stata approvata a Gorée il 4 febbraio 2011

Forum Mondiale dele Migrazioni Quito 2010
Forum Mondiale Dakar 2011
Carta Mondiale dei Migranti